Omelia domenica 30 novembre

Succede spesso di sentirsi troppo presi dalle cose da fare; succede di smarrire la direzione a forza di correre e di non riflettere più sul senso di quel che facciamo.
Ecco allora che la veglia a cui Gesù ci richiama ha il sapore di una riscoperta di senso; ha il tono sapienziale di chi si fa le domande giuste, non necessariamente insistenti, ma ogni tanto ripetute, perché dalle risposte a queste domande dipende tutta la nostra vita.
“Nella notte o Dio noi veglieremo” dicono le parole di un canto.
Certo, nella notte dell’affanno per gli impegni quotidiani, nella notte della vita che ci scorre addosso, noi veglieremo chiedendoci dove stiamo andando e troveremo risposta nella Parola del Signore, meditata nella preghiera e celebrata nella liturgia.

Non subiamo l’Avvento.
Scegliamolo.


video by Marco