Nella luce dell’essere

IL FUOCO DENTRO, Quaresima 2019.

Lettere di Van Gogh al fratello Theo,

materiale estratto da   “Il sole negli occhi”

monologo scritto e ideato da Antonio Zanoletti.

<Un uccello chiuso in gabbia sa che c’è qualcosa per cui egli è adatto, sa benissimo che c’è qualcosa da fare, ma che non può fare. Che cos’è non se lo ricorda bene, ha delle idee vaghe e dice a se stesso :” Gli altri uccelli fanno il nido, i loro piccoli e allevano la covata…” e batte la testa contro le sbarre della gabbia ma la gabbia rimane chiusa e lui è pazzo di dolore.

“ Ecco un fannullone” dice un altro uccello che passa, “quello lì è come uno che vive di rendita”.

Intanto il prigioniero continua a vivere, non muore, nulla traspare di quello che prova, sta bene e un raggio di sole lo rallegra. Ma viene il tempo delle migrazioni.

Chi lo cura dice che lui ha tutto nella gabbia. Ma lui sta a guardare il cielo carico di tempesta e sente in sé la rivolta contro la propria fatalità.

Orribile, orribile, spaventosamente orribile.>

Commento:don Umberto

Letture: Antonio Zanoletti

Musiche: Pierpaolo Palazzo e Darko Jovanovic

Registrazione: Walter Sarsi e Luigi Lagasi

Registrazione completa_

Commento don_Umberto_

Letture Antonio Zanoletti_

Accompagnamento_musicale: Pierpaolo Palazzo e Darko Jovanovic

Download Attachments