Omelia 8 settembre

Se essere discepoli di Gesù ci costa è perché esserlo è una cosa di valore.
Sembra strano infatti che solo per le cose della fede si ragioni in senso opposto: degno di considerazione è solo ciò che non costa niente.
Per tutto il resto, generalmente, più una cosa costa, più ha valore.
Anche essere cristiani costa. Non è gratuito.
Perché essere cristiani ha un valore altissimo: mettere in cima ai nostri affetti quell’unico amore che permette di vivere appieno tutti gli altri.

Omelia di don Umberto