Omelia domenica 25 novembre

Per penetrare nel mistero della regalità di Gesù occorre quasi l’oscuramento delle finzioni della vita terrena di cui siamo imbevuti.
Bisogna quasi chiudere gli occhi alle cose della terra e smettere di esserne affascinati.
Per questo Gesù, dialogando con Pilato, dirà “il mio Regno non è di questo mondo.”
La vita tutta di Gesù non è di questo mondo, cioè non obbedisce alle sue logiche.
È difficile pensare di non ragionare come tutto il mondo ma di avere altre priorità?

 

Omelia di don Umberto